English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
Quiero esto en mi Blog!

lunedì 1 febbraio 2021

La leggenda del bruco e della farfalla

 

                     

Un giorno una coccinella incontrò un piccolo bruco che si trascinava con la sua strana andatura per la strada.

«Dove stai andando?» gli chiese e il bruco le rispose: «Ieri ho fatto un sogno in cui vedevo una grande montagna e io mi trovavo sulla sua cima ad ammirare il panorama. Oggi ho deciso di realizzare quel sogno.»

                                                 

«Devi essere pazzo! Sei solo un piccolo bruco. Per te un sassolino sarà già una montagna, una pozzanghera sarà un mare e ogni cespuglio ti sembrerà una barriera insormontabile.»

Ma il piccolo bruco si era già allontanato e, forse, non aveva nemmeno sentito l'avvertimento.                               


Lungo il cammino il bruco incontrò anche un coniglio che gli fece la stessa domanda e a cui lui diede la stessa risposta. Il coniglio lo derise: «Nemmeno io con le mie grandi zampe e con i miei salti riuscirei in un'impresa così difficile.» e ridendo, rimase a osservarlo mentre si allontanava.

                                                      

Accadde la stessa cosa con una rana, una talpa e un topo.

Tutti gli consigliarono di fermarsi, avvertendolo: «Sei troppo piccolo! Non arriverai mai!» ma il bruco, molto coraggioso e determinato, proseguì il suo lungo viaggio.

Stremato e senza forze decise di fare una sosta per riposarsi e si preparò un posto per dormire, avvolgendosi in un bozzolo e sperando, al risveglio, di sentirsi meglio per poter proseguire.

Purtroppo, debilitato dalle fatiche del viaggio, morì e tutti gli animali incontrati durante il cammino accorsero ad ammirarne i resti. In quel posto giaceva la creatura più pazza del mondo, che aveva messo in gioco la sua vita stessa pur di inseguire il suo sogno.      

                           

All'improvviso, però, l'involucro grigiastro in cui si era riparato il bruco, si ruppe e comparvero due antenne, due occhioni e due splendide ali colorate. Era una farfalla.

Gli animali rimasero senza parole. Quella stupenda creatura si alzò in volo e in pochi minuti raggiunse la cima della montagna. Il desiderio del bruco tramutato in farfalla si era realizzato.

Il sogno per il quale aveva vissuto e lottato fino allo stremo era diventato realtà.  


Dal sito  www.legadelfilodoro.it

immagini GifAnimate.com

13 commenti:

  1. Una splendida leggenda che mette in risalto, come, talvolta, i desideri più impossibili, riescanoa realizzarsi...
    Sempre bello leggerti,Vivì, buon inizio di settimana e un sorriso, silvia

    RispondiElimina
  2. Bellissima leggenda anche questa dove la realtà supera la fantasia e la consapevolezza delle proprie mire raggiunge vertici incredibili.
    Sei bravissima nell'esposizione e nella dolcezza delle parole
    Un grandissimo abbraccio
    Giorgio

    RispondiElimina
  3. I caratteri grossi che usi, forse per facilitare la lettura ai bambini sono molto graditi anche agli anziani che talvolta fanno grande fatica a leggere quelli molto piccoli ed impostati su colori simili che danno poco contrasto.
    Meriti un complimento anche per questo
    Abbraccione

    RispondiElimina
  4. ¡Qué precioso, Vivi! Nunca hay que rendirse, quien lucha y sabe esperar, siempre alcanzará sus sueños. Me encantó. Un abrazo.

    RispondiElimina
  5. Molto bella e piacevole da leggere.Quando leggo le tue storie divento bambina.Buona giornata ciao.

    RispondiElimina
  6. La realizzazione di un desiderio è sempre entusiasmante.

    RispondiElimina
  7. Ehehe, facile se la natura di aiuta con una bella metamorfosi :)

    Moz-

    RispondiElimina
  8. Incantevole la leggenda del bruco e la farfalla. la realtà supera la fantasia, ma anche la fantasia rende più bella questa trasformazione in cui il bruco si era visto sulla cima della montagna, arrivandoci, però come splendida farfalla. Molto bella la favola, complimenti Vivì. UN affettuoso saluto, Grazia.

    RispondiElimina
  9. Ciao Vivi, molto bella la rielaborazione della favola complimenti, buona settimana un abbraccio Angelo.

    RispondiElimina
  10. Buona sera, Vivi!
    e una magnifica filastrocca,
    ci insegna che e possibile,
    i sogni possono diventare realta.
    Ti dico che stavo accompagnando
    la mia piccola amica farfalla in cima alla montagna
    e siamo arrivati ​​stanchi ma alla fine
    siamo goduti una giornata super bella.
    Un bouquet di rose e baci.

    RispondiElimina
  11. La favola è bellissima..mai abbandonare i nostri sogni..io spero di riuscirci💛
    Buona serata😊

    RispondiElimina

La leggenda del Pettirosso

                                                                                                                                Tanto, tan...