English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
Quiero esto en mi Blog!

martedì 5 gennaio 2021

La stramba vecchietta

                     





È un po' stramba, svampita e pure un po’ strega  

ma a colmare calzette il suo tempo impiega. 

Si sussurra che sia anche un po' matta

perché quando arriva

non bussa  ma sbotta

e si arrabbia se trova chiusa la porta.

                         

                   Vola in cielo senz'ali e senza una scorta

cavalcando beffarda una magica scopa

sorvolando tutta quanta l'Europa

e sfiorando la luna e le stelle...

puoi sentir come ride a crepapelle.

L'arzilla vecchietta veste solo di stracci

e cerca tutti i bambini pur se fanno capricci.

Sdentato ha il sorriso

e un bitorzolo al naso

eppur stramba...eppur matta

 quante calzette

rimangono appese

in attesa che lei arrivi per tutta la notte!

Oh... che dolce l'attesa

dell’amata vecchietta

che lascia carbone ma pur tanti dolcetti.

                                            


                                                         

Filastrocca pubblicata sul sito Scrivere

Immagini GifAnimate.com

 



16 commenti:

  1. Una piacevolissima lirica, dedicata alla Befana, personaggio della nostra infanzia, a cui siamo tutti molto affezionati
    Buongiorno carissima Vivì,silvia

    RispondiElimina
  2. Grazie, cara Vivi! La poesia di bambini e' bellissima!

    RispondiElimina
  3. Ciao Vivì. Che dolce e simpatica questa tua befana. A me piacciono i suoi doni. Non vedo l'ora che arrivi! Abbraccio forte!

    RispondiElimina
  4. Un fermo molto suggestivo nel rievocare ricordi di bambina. Lirica apprezzata, sempre bello leggerti. Buona festa Vivì, un caro saluto. Stefania

    RispondiElimina
  5. Questa Befana, così magica, ci piace così, brava Vivì. Buona Epifania.
    sinforosa

    RispondiElimina
  6. Molto bella,non sono bambina ma apprezzo le tue storie in poesia.Buona giornata.

    RispondiElimina
  7. Pur brutta,sgraziata e brontolona è la figura femminile, più amata e attesa da tutti i bimbi.Tu,in questi versi,l'hai fotografata!Bravissima!Ciao.Lu.

    RispondiElimina
  8. E io che sono sempre stata una Befana che portava le caramelle al ricovero, quest'anno non prenderò la mia scopa...ma la calza per i miei bambini arriverà...anche se uno ha ormai 24 anni EHE! buona giornata Valeria

    RispondiElimina
  9. Una poesia molto bella e delicata ! Speriamo che la Befana ci porti tanti dolcetti. Buongiorno.

    RispondiElimina
  10. Bellissima filastrocca.
    Stanotte la Befana passerà anche dalla mia casa. ;)

    RispondiElimina
  11. Brava Vivì.
    La Befana è indistruttibile.

    RispondiElimina
  12. Bellissima filastrocca dedicata alla befana, l'amica vecchietta dei bimbi che porta i doni e pure carbone se non sono stati buoni. Stanotte chissà quanti doni e dolciumi lascerà. Complimenti Vivì, sempre armoniosi i tuoi versi. Un caro saluto Grazia!

    RispondiElimina
  13. Buona Epifania, Vivi!
    ancora una volta mi sono divertito molto con la preziosa poesia... mia madre mi ha detto che era un po'volubile, un po' instabile, un po'mutevole la Befana. A volte una bambola,
    altro
    nello stivale ha lasciato un carbone ...
    Non ci potevo credere!
    che ricca storia folcloristica
    ma tra te e me, quanto mi fa paura
    questa signora... non e come mia nonnina 😄😄😄
    Non vorrei attraversarla sul mio sentiero celeste
    Entro subito nella mia casetta sull'albero...
    andro con cautela in modo che non me rovina le feste

    Abbraccio dal mio paese Argentina,
    con amore solo a te

    RispondiElimina
  14. una vecchietta tanto simpatica che per ora nessuno ci ha ancora tolto! Ciao e buon anno
    Barbara

    RispondiElimina

La leggenda della felicità

  Dov'è la felicità? "Il Cuore si rivolse al Vento: "Tu che soffi sulle foreste più fitte, ti prego, dimmi dove è la felic...