English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
Quiero esto en mi Blog!

sabato 26 dicembre 2020

La favola dei tre topolini

 

 

C'erano una volta tre topolini, che si affannavano a correre qua e là tra i campi. Si era in autunno e il primo dei tre si affannava a cercare chicchi di grano e legumi da portare nella tana per l'inverno. Il secondo, invece, cercava paglia e fiocchi di cotone per riscaldarsi e combattere il gelo. Il terzo, gironzolava qua e là senza fare nulla: guardava il sole di novembre, si specchiava nell'acqua e osservava gli umani lavorare nei campi.

                       

I compagni lo rimproveravano spesso: “Perché perdi tempo? Come faremo a superare l'inverno se tu non ci aiuti a fare le provviste?”

Ma il terzo topolino non si curava di loro.

Quando arrivò l'inverno i tre topolini si rifugiarono nella tana sigillando l'ingresso con della corteccia. Non sarebbero usciti fino alla primavera successiva. C'era cibo in abbondanza e il freddo non faceva paura avvolti com'erano nel cotone e nella paglia.

                          

Dopo i primi giorni, però, i primi due cominciarono a soffrire la noia. Dopo aver fatto colazione al mattino passavano la giornata senza fare nulla. Così il terzo topolino iniziò a raccontare loro delle storie: durante l'autunno aveva visto un vecchio pescatore cadere nello stagno mentre cercava di agguantare una trota. Un’altra volta aveva seguito due bambini che davano la caccia alle libellule. Insieme alle storie, il topolino inventava anche delle brevi poesie sul sole e sugli alberi. Gli altri due si resero conto che il loro compagno non aveva perso tempo durante l'autunno ma, al contrario, mentre l'oro immagazzinavano provviste per nutrire il corpo, l’altro aveva messo da parte il necessario per nutrire l'anima. 

Aveva raccolto per loro la luce del sole e la meraviglia della vita.

I tre topolini trascorsero un inverno meraviglioso con la pancia piena, al calduccio e allietati dai racconti e poesie.  

                                            




Favola di autore sconosciuto 

immagini Gifanimate.com

17 commenti:

  1. Una storia intensa e significativa, sulla quale porre riflessioni...
    Buon S.Stefano e un abbraccio, carissima Vivì,silvia

    RispondiElimina
  2. Molto bella e ricca di significato.Buon Santo Stefano.

    RispondiElimina
  3. Ognuno cerca di provvedere in base ai propri desideri e alle proprie capacità, quindi i tre topolini diversamente sono stati utili a poter passare un inverno sereno e tranquillo ed in più allietato dai racconti del terzo topolino. Una favola che porta a riflettere sulla personalità dei soggetti che amalgamati ognuno cl proprio contributo soo stato utili titti e tre. Una favola che ho molto apprezzata in tutto il suo contesto. Complimenti Vvi. Buon S. Stedano.

    RispondiElimina
  4. Complimenti per questa bellissima storia ricca di significati.
    Buon Santo Stefano e buon proseguimento delle feste.

    RispondiElimina
  5. Una fiaba molto bella, piacevole da leggere !!! Buon Santo Stefano .

    RispondiElimina
  6. Una versione più politicamente corretta della "Cicala e la formica".
    Ahahah
    Bella storia.
    Buon Santo Stefano.

    RispondiElimina
  7. Quel topino aveva capito tutto.
    Ciao Vivì.

    RispondiElimina
  8. Grazie per avermi invitato a visitare la tua raccolta di favole e filastrocche per i bambini. Anche se i miei figli hanno più di venti anni, il tuo blog è comunque un utile riferimento per me. Capita ogni tanto di avere bimbi a casa (i figli delle mie sorelle ad es.).
    E' importante leggere favole ai bimbi, i quali immaginano le situazioni mentre ascoltano le parole ... Molto meglio dei cartoni animati.
    Buon proseguimento di festività natalizie, Vivì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Giorgio...ci leggiamo presto. Buone feste anche a te.

      Elimina
  9. ⁺˚. *✦ .⁺ .
    .⁺⁺ ˚⁺ ˚. *✦ .buona sera, buona sera, buona sera!
    quel topolino e il amico mio!!
    non lo vedo da molto tempo
    e ora lo trovo qui!
    quando pensavo fosse a Poltici...uf
    la mia anima e di nuovo felice
    sapendo che le topolini
    sono qui
    buone feste, con amore da El Hada de las Rosas

    RispondiElimina
  10. Mi querida Vivi, espero hayas pasado
    unas lindas fiestas Navideñas en familia,
    y ahora a esperar que este nuevo 2021, llegue
    muy saludable para todo el mundo, que sigas
    disfrutando de las fiestas mi amiga, recibe
    mi abrazo con carino.

    Besitos dulces

    Siby

    RispondiElimina
  11. Ricca e profonda di significati questa storia.Sempre affascinata dai tuoi scritti,ti auguro giorni sereni.Ciao Vivì.Lu.

    RispondiElimina
  12. Molto bella e rincuorante questa favoletta ricca di amore per la natura e di spiritualità che, anche in minima parte, hanno gli animali
    Ancora auguri di Buone Feste
    Giorgio

    RispondiElimina
  13. Direi che è proprio in tema con questo periodo: riempiamoci la pancia di cose buone, ma anche l'animo di cose belle, visto che dobbiamo stare a casa. Auguronissimi di buon anno, Vivì

    RispondiElimina

La leggenda del Pettirosso

                                                                                                                                Tanto, tan...