English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
Quiero esto en mi Blog!

domenica 13 dicembre 2020

La leggenda del pettirosso

 



Era la notte di Natale e un bimbo poverello era appena nato in una stalla.

La mamma Maria e il babbo Giuseppe avevano acceso un fuocherello per tenerlo al caldo.

Oltre alla presenza di un bue e un asinello, in quella misera stalla aveva trovato rifugio anche un uccellino, che se ne stava nascosto nel suo nido tra le travi del tetto e da lassù osservava la famigliola. Sembrava che fosse interessato soprattutto al neonato, che piangeva per il freddo.                                                           

                                           


L'uccellino vedeva che i genitori si davano molto da fare per tenere acceso il fuoco, ma notò anche che erano esausti e alla fine li vide cedere al sonno e alla stanchezza.

Il fuoco rischiava così di spegnersi e, da lì a poco, la vicinanza del bue e dell'asinello non sarebbe più bastata per garantire un minimo di conforto al neonato.

L'uccellino allora, volo giù dal suo rifugio e iniziò a frullare le ali vicino alle braci, affinché non si spegnessero.

Si impegnò strenuamente tutta la notte finché, Giuseppe si svegliò e aggiunse altra legna al misero focolare.

                                 


Solo in quel momento l'uccellino tornò nel suo nido e, nell’accoccolarsi, si accorse che il suo petto era macchiato di rosso.

La leggenda narra che fosse l'amore, che gli era salito dal cuore e che aveva dimostrato per Gesù bambino.

E, da allora, per quella sua macchia rossa sul petto, l’uccellino viene chiamato Pettirosso.

                                     


     
                       

Leggenda popolare trovata sul web ed elaborata dall'autrice del blog.

Immagini    GifAnimate.com

Gif myhouseonweb

15 commenti:

  1. Ciao Vi. Quando entro nel tuo blog è come se tornassi bambino. Le tue leggende e le filastrocche sono un incanto. Grazie.

    RispondiElimina
  2. Una leggenda dolcissima, che vede come protaginosta un piccolo volatile premuroso...
    Sempre bello leggerti, cara Vivì, buona settimana e un abbraccio,silvia

    RispondiElimina
  3. Anche noi dobbiamo capire che senza il nostro amore il bambino si sentirà inutile e non accettato.

    RispondiElimina
  4. Basta anche il più piccolo essere del mondo per alimentare la fede. Un bellissimo esempio che dovremmo fare nostro.
    Grazie Vivì, abbraccio enorme.

    RispondiElimina
  5. Le leggende dal sapore natalizio sono sempre belle da leggere. Bella l'immagine della testata del tuo blog.

    RispondiElimina
  6. Deliziosa e tenerissima questa leggenda.Un abbraccio.Lu.

    RispondiElimina
  7. Una leggenda dolcissima che esalta i sentimenti buoni e l'amore verso gli altri specie per il prossimo indifeso e delicato. E' una bellissima poesia che ho apprezzato molto, come tutte le tue altre. Complimenti Vivì per tutte queste leggende di cui ci porti a conoscenza.Un caro saluto da Grazia

    RispondiElimina
  8. Cara Vivi, ciao !!
    Sono tornata ya!
    tu sei molto speciale
    e volevo lasciarti qui
    il mio abbraccio virtuale.

    Ti ho sempre in mente e ti auguro un Natale magico e amorevole. Regina di lettere preziose e maestra di dolci parole: per mancanza di tempo non posso essere all'altezza delle tue pubblicazioni. Credimi davvero! mi manca tempo, amica, ma ti amo moltissimo. Sei sempre nel mio cuore.


    ……/\…………………*………*………*….*…….*…..
    …../..\……./\………….*…………*…..*………*…….
    …./….\…../..\……*………….*………*……..*…….*.
    …/_…_\…/….\…….*….*………*……….*…….*….
    …./…..\../_…_\…*…………happy..*………….*……*
    …/…….\./…….\….*…….*……new…*……..*.*…….
    ../_……_\………\ ……*…….*year………*……..*…
    …/……..\………_\…*………*…2021…Vivi.*………*…
    ../……….\………\………*…….*………*……..*…..
    ./…………\…….._\..*….*… __██__…..*……*…..
    /________\………\…..*…… .( • • )…..*…….*…..
    ……|…|_________\.*……..─(░•░)─….*…….*…
    ……|…|….|…|.*………..*…..(░ • ░)……**…….*
    ====================================

    RispondiElimina
  9. ma quanto è bella questa leggenda. Grazie Valeria

    RispondiElimina
  10. Scusa Vivi, un informazione...volevo comprare il tuo libro Patatanche, ma sono andata sul sito della Feltrinelli e non riesco a comprarlo, forse ho sbagliato qualcosa, sai dirmi come posso fare? Valeria

    RispondiElimina
  11. Ciao Vale...ti ringrazio per la richiesta. Purtroppo quella favola non è è più in vendita ma se vuoi, ancora più carina è "La casa delle farfalle", sempre edita dalla Apollo edizioni e in vendita sul sito o sulle maggiori piattaforme. Ti ringrazio comunque per il pensiero e ti anticipo gli auguri di serene feste natalizie. Grazie per la tua presenza. 💖💖💖

    RispondiElimina
  12. Molto carina anche la leggenda del pettirosso
    Il mio più caro saluto ed a presto
    Giorgio

    RispondiElimina

Marilù e il regno delle nuvole

  Marilù, detta anche Nuvolella, era una ragazzina magica molto, molto carina, ma anche molto buffa, come del resto lo erano tutti gli abita...