English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified
Quiero esto en mi Blog!

mercoledì 29 luglio 2020

Oh che bel castello


 


Metti la sabbia in un secchiello,

 paletta e rastrello puoi fare un castello,

pensa e ripensa in riva al mare

 a quanto grande lo puoi realizzare. 

 


Invita i tuoi amici a farlo con te

e sarà il castello più bello che c'è,

con tante torri, finestre e un sagrato,

un ponte che si alza e torrione merlato.


 

Ma se il vento rinforza e ingrossa l'onda,

attenti al mare che avanza e che inonda,

che sovrasta e distrugge pure il castello

che della spiaggia era forse il più bello.

                                                                                     


Se dovesse accadere, non disperare,

c'è tanta sabbia ancor da plasmare

e con molta pazienza, sassi e conchiglia

ecco un altro castello da far meraviglia!

                      




Filastrocca pubblicata sul sito Scrivere


13 commenti:

  1. Un invito a credere in noi stessi. Chi cade può rialzarsi e seguitare nel cammino della vita. Ciao Vivì.

    RispondiElimina
  2. Si cade e si ritorna in piedi. Sempre. Bel messaggio la tua filastrocca stasera.
    Un bacio Vivì.

    RispondiElimina
  3. Oh, cuanto felice l´estate e! le fate adorano vivere nel Regno d'Estate e fare castelli di sabbia con le ali galleggianti e salutare i delfini..
    Io, in una cassa viola mantengo una stella marina, una lumaca e un piccolo angolo di paradiso... bellissima poesia, Vivi, con sapore di sale e nostalgia de mare.

    RispondiElimina
  4. Anche un messaggio per dire che costruire sulla (e con la) sabbia può creare sempre brutte sorprese, ma allenare anche la costanza e la perseveranza...

    RispondiElimina
  5. Sai Vivì che io adoro fare castelli, sono ormai vecchietta ma non riesco a sfuggire al richiamo di costruirne uno. Bellissima questa filastrocca, un bacio Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria. Anche a me piace molto e al mare ne approfitto sempre per giocare con la sabbia. Grazie cara e serena giornata.

      Elimina
  6. Quanto ho amoto costruire castelli di sabbia. Aiutata da mio padre, facevo delle vere meraviglie !!! E se poi il castello cade, niente paura, lo si può facilmente ricostruire, basta non perdere la pazienza e non scoraggiarsi. Così sulla sabbia, così nella vita. Bellissima !! Saluti cari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirtillo. Sono contenta ti sia piaciuta. Un abbraccio e un sorriso.

      Elimina
  7. Bei tempi passati, al mare mi piacena fare castelli.
    Ciao, buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  8. Una volta vedevo più castelli di sabbia al mare, attualmente i telefoni hanno rovinato la fantasia.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  9. Melodiosa e cadenzata. Bellissima.

    RispondiElimina
  10. Me gustó tu obra, por lo dulce de su narración y por lo tierno de su contenido. Y al releerlo le encuentro un mensaje agregado (y no pretendo poner una metáfora a tu cuento, pero es lo que me hizo sentir) … Lucha por tu sueño, esfuérzate por hacerlo realidad y aunque la vida te pueda presentar dificultades, problemas o infortunios, no te desanimes, empieza otra vez, sigue luchando, que con esfuerzo lograrás salir adelante y cumplir con tus anhelos para la alegría tuya y de todos los que te quieren.
    Autora… tu cuento me encantó.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Juan Carlos. Sei molto gentile e sono felice che tu abbia apprezzato la mia filastrocca. Avrei voluto contraccambiare la visita con un commento ma non è stato possibile. Nella speranza che tu legga la mia risposta ti faccio comunque i miei complimenti per il tuo prestigiosissimo blog. Un saluto e un sorriso.

      Elimina

La leggenda del Pettirosso

                                                                                                                                Tanto, tan...